Tante piccole gocce fanno il mare

I nostri propositi per educare i piccoli (ed rieducare i grandi) ad amare il pianeta

Nessuno è troppo piccolo per fare la differenza

Sì, nessuno è troppo piccolo per fare la differenza. Questa frase di Greta Thunberg ci sembra assolutamente calzante per una realtà come la Giocomotiva, che opera da anni nella fascia 0-6 e che rivolge il proprio progetto educativo non solo ai bambini, ma anche alle loro famiglie.

 

Le potenzialità di questa fascia d’età sono oramai note a tutti e le neuroscienze sottolineano sempre più l’importanza della centralità dei primi anni di vita nella formazione del bambino da un punto di vista cognitivo, emotivo ed oseremmo sostenere anche civile.

 

Per questa ragione il richiamo all’attivismo ambientale di Greta Thunberg ed il suo focus sul diritto al futuro delle future generazioni ci ha trovato particolarmente sensibili e schierati verso la tutela del pianeta, partendo dal punto di vista dei più piccoli.

 

In questi ultimi anni infatti il legame tra la Giocomotiva e la natura si è notevolmente rafforzato attraverso collaborazioni virtuose come quella con La Yurta nel Bosco, e progetti importanti come l’Agrischool che vede impegnate le nostre scuole dell’infanzia in veri e propri “trasferimenti” in cascina o nel bosco una volta a settimana, per favorire la connessione uomo-natura notevolmente compromesso in questi ultimi anni.

 

In Giocomotiva siamo convinti che:

    • La natura sia il setting migliore all’interno del quale osservare le intelligenze multiple
    • Il vivere all’aria aperta favorisca il benessere psico-fisico
    • Il vuoto propositivo della natura favorisca l’apprendimento del bambino che apprende attraverso il fare

È per queste ragioni – e partendo dall’assunto che siamo in assoluta interconnessione con il pianeta – che abbiamo deciso di partecipare in maniera costante, con i nostri educatori i bambini e le loro famiglie ai “Friday for future”.

 

Inoltre, da una survey interna dedicata agli educatori, è emersa come priorità la tutela ambientale e l’esigenza di mettere in atto una serie di piccole azioni virtuose che, partendo dalle sezioni e dai nostri piccoli, si possano poi diffondere attraverso le famiglie e riversarsi come “un’onda benefica” sulla società.

 

Abbiamo deciso di partire dalle piccole cose:

    • il progetto “Io faccio la differenzia”, introducendo negli spazi delle nostre scuole delle piccole pattumiere per la raccolta differenziata;
    • abbiamo eliminato i bicchieri usa e getta dalle nostre accoglienze e dalle nostre feste ed in generale stiamo cercando di diminuire l’uso di plastica
    • beviamo l’acqua del Sindaco
    • abbiamo attivato mercatini dell’usato (iniziativa promossa e sostenuta dai nostri genitori)
    • abbiamo aumentato le uscite nel quartiere per incentivare l’economia di zona
    • abbiamo dedicato diversi Fil Rouge alla natura
    • abbiamo inaugurato il nostro anno scolastico piantando alberi
    • stiamo attenti allo spreco alimentare

 

Siamo ovviamente consapevoli di essere solo all’inizio di quella che Giocomotiva definisce come “Rivoluzione gentile”. Una rivoluzione che parte realmente dal basso, dai più piccoli e dalle loro famiglie, forti della convinzione che “I primi passi sono importanti” e che camminare insieme a favore di un bene comune come il pianeta, renda il nostro viaggio ancor più ricco e significativo.

Non a caso la Giocomotiva quest’anno ha scelto come protagonista del proprio anno educativo un animale piccolo piccolo, ma che ha molto da insegnare sulla collaborazione e sulla relazione con il pianeta: l’APE PITA.

Perché nessuno è troppo piccolo per fare la differenza.

 

 

di Barbara Premoli
educatrice e coordinatrice del nido di Via Bonghi
CHIUDI
CHIUDI